Home » News » Nasce Malpensa24, il nuovo giornale on line

Nasce Malpensa24, il nuovo giornale on line

A mezzanotte fra mercoledì 9 e giovedì 10 maggio decolla Malpensa24 (www.malpensa24.it), il nuovo giornale on line della provincia di Varese e dell’Alto Milanese. Un’iniziativa editoriale lanciata da Fabrizio Iseni, presidente della Fondazione, patron degli Istituti di Ricovero e Cura Gruppo Iseni Sanità, una delle principali realtà sanitarie dell’area di Malpensa, ed ora anche editore del nuovo giornale quotidiano attraverso la Gruppo Iseni Editori.

Fabrizio Iseni

“Dalla sanità all’editoria” è il titolo del video-editoriale dell’editore: “Mi sono reso conto in questi ultimi tempi che il territorio di Malpensa non ha bisogno solo di una medicina moderna e all’avanguardia ma anche di un’informazione adeguata e capillare, per dare voce a chi non ha voce – spiega Fabrizio Iseni – Così ho riunito un team di giornalisti e ho dato vita a Malpensa24, giornale on line del territorio, consultabile comodamente e gratuitamente dal proprio smartphone, dal proprio tablet o dal proprio pc. Un giornale che si ispira ai valori fondamentali del giornalismo: un giornale indipendente, obiettivo, credibile, coraggioso e schierato dalla parte della gente. Un giornale che pone l’uomo al centro dell’interesse collettivo. In un mondo tempestato di informazioni, dominato dai social, dove la voce di ciascuno di noi si perde nel frastuono collettivo, Malpensa24 è una voce fuori dal coro”.

E “fuori dal coro” c’è già il fatto che in un contesto di crisi generale nel mondo dell’informazione e dell’editoria, crisi dominata da esuberi e cassa-integrazioni, il Gruppo Iseni Editori ha assunto giornalisti e collaboratori, andando decisamente controcorrente. Direttore della testata è Vincenzo Coronetti, firma autorevole del giornalismo varesino.

“Non è un caso che abbiamo scelto di chiamarci come l’aeroporto – scrive Vincenzo Coronetti nell’editoriale “della mezzanotte” del 9 maggio – che dà l’impronta decisiva e caratterizzante a quanto gli sta intorno. Non abbiamo la velleità di imporci rispetto a gloriose storie editoriali centenarie o, più semplicemente, a chi, con lungimiranza, arrivò per primo in provincia di Varese a diffondere notizie via web. Ci accomodiamo nel settore con rispetto verso gli altri, pretendendone però altrettanto. Lavoriamo con un editore che garantisce libertà. Garanzia per i giornalisti e, soprattutto, garanzia di pluralismo per chi ci leggerà”. E questo, visti i tempi che corrono, è già molto.

Comments are closed.