Home » News » Dieta mediterranea contro l’obesità

Dieta mediterranea contro l’obesità

Al Sud gli Italiani sono sempre più in sovrappeso, ma la cura c’è ed è in cucina: si tratta della dieta mediterranea. L’obesità nelle regioni meridionali ha un tasso molto più elevato (28,7%) rispetto a quelle del nord (19,3%). La Sicilia è, dopo la Campania, la regione in cui c’è il più alto livello di mortalità per malattie cardiovascolari. Ad accendere i riflettori è stato un convegno organizzato dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia e l’Ordine dei medici di Palermo, che hanno presentato un progetto per diffondere la cultura della dieta mediterranea, una delle più salutari al mondo, per prevenire le malattie cardiovascolari, neoplastiche e quelle trasmesse con gli alimenti e sostenute da microrganismi patogeni. A livello nazionale i dati sono allarmanti: gli obesi in età adulta sono pari al 10% della popolazione, oltre 5 milioni di persone. Ma i chili di troppo non si limitano a nuocere chi li ha. Danneggiano tutta la società. L’obesità, infatti, costa agli italiani circa 8 miliardi, tra spese a carico del Servizio sanitario nazionale e perdita di produttività. E le previsioni da qui al 2025 non sono entusiasmanti. Ciò che più preoccupa è che si tratta di un dato in crescita, con una previsione di obesi pari al 43%. A tali cifre si aggiunge anche l’aumento dei malati di diabete, destinati a passare dagli attuali 3 ai 5 milioni, con la conseguenza che lo Stato avrà difficoltà a sostenere costi così alti.

Commenta Fabrizio Iseni, Presidente della Fondazione:

Bisogna ripartire dalla sana alimentazione e promuovere a livello nazionale il consumo di frutta, verdura e pesce, cioè avvicinarsi sempre di più alla famosa dieta mediterranea che è diventata negli anni Patrimonio dell’Umanità, come stabilito dall’Unesco durante il vertice di Nairobi, qualche anno fa.

Per ulteriori informazioni: http://www.unesco.it

Comments are closed.